Pubblicato in: Diario

Basta stereotipi

Stavo cercando del materiale per scrivere un articolo, quando mi sono imbattuto in questo pezzo.

“Vita di coppia: le cose che più ci danno fastidio dei nostri uomini”.

Raramente ho trovato un compendio di banalità e stereotipi così massicciamente collocato in un unico sito.

La summa dei peccati del genere umano raccolta in 16 immagini, una più ridicola dell’altra.

Si passa dal “Lascia il tubetto del denifricio aperto”, come se non potesse esistere una donna che non lo fa, a “Se lo mandi a fare la spesa stai sicura che tornerà a casa con una marea di stupidaggini “, che neanche a 12 anni mia madre mi diceva così.

Ma soprattutto, e qui entriamo nel mio terreno, “Se gli chiedi di dare un’occhiata al pupo stai sucura che non lo farà” perchè è ovvio, sono uomo, sono padre, non posso essere tutto insieme. Un neurone ho e lo faccio lavorare per sopravvivere mica per stare con il pupo (neanche mio figlio, un pupo qualunque).

Va bene, respiro, mi calmo e vedo che c’è un link: “Vita di coppia: le 16 cose che il tuo uomo non sopporta di te.”

Ok, vediamo ora che si inventano per pareggiare i conti.

Qualora fosse possibile, è ancora peggio.

– Come l’automobile, anche il telecomando è un’estensione del pene. L’uomo deve essere il re del telecomando. Mai tentare di portargli via questo scettro del potere, andrà su tutte le furie. Per non parlare di quando cominci a passare di canale in canale senza tregua!

– Mettetevi una mano sul cuore: donne, perché vi ostinate a portarvi appresso mariti e fidanzati per lunghissime sessioni di compere selvagge? Lasciateli a casa!

– Non sempre le tue amiche possono diventare le sue. Anzi, a volte non le può proprio vedere anche se fa buon viso a cattivo gioco

E per finire.

– Ah, che bella cosa l’arte… nutre lo spirito! Ma quando gli appuntamenti diventano troppo ravvicinati lui rischia l’indigestione. Specialmente se è la mostra di un artista che conosci solo tu e sua madre (dell’artista)

Ma soprattutto nel primo link c’è scritto questo: “Esiste un cesto della biancheria sporca, ma chissà come mai la sua roba è sempre seminata sul pavimento di camera e bagno.”

Nel secondo c’è questo: “Vestiti accumulati, cose sporche, fogli in giro. Sapevate che alcuni uomini sono maniaci dell’ordine e mal sopportano una partner disordinata? Certo, potrebbero darsi una mossa e darci una mano a riordinare, eh!”

Quindi se sporca un uomo è un bonobo che non sa raccogliere i vestiti, se lo fa una donna va bene ma anche lui potrebbe dare una mano in casa.

Certo, ci sono riviste maschili molto peggio. Non salvo nessuno, metto tutto nello stesso calderone.

Siamo pervasi da stereotipi inutili, maschili e femminili, ma è ora di dire basta.

Non ci siamo rotti le palle di tutto questo?

Non è ora di smetterla con le battute sulle donne che non sanno parcheggiare e sugli uomini che non alzano la tavoletta?

Se veramente vogliamo un mondo migliore per i nostri figli, perchè non cominciamo anche noi a toglierci dalla mente queste cose?

Annunci

Autore:

"Autore di format televisivi, scrittore di racconti e romanzi, sceneggiatore teatrale, creativo. Non è semplice riunire in una sola parola il mio lavoro. Diciamo solo che la mia vita è per la scrittura." Specializzato in Editoria e Giornalismo presso “La Sapienza” di Roma. Laureato in Arti e scienze dello spettacolo indirizzo Cinema presso la facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Improvvisatore professionista del circuito nazionale Improteatro, certificato SNIT. Autore di spettacoli teatrali e televisivi. Attore e responsabile della compagnia di improvvisazione "Appiccicaticci" con la quale collabora attivamente con Lillo e Greg nella trasmissione 610 su Radio 2. E’ cofondatore del trio Appiccicaticci con il quale ottiene alcuni tra i riconoscimenti più importanti della comicità italiana, tra cui il premio Charlot ed il Carlino d’oro e con cui entra a far parte del circuito dei maggiori festival buskers italiani. Da agosto 2011 con il gruppo degli Appiccicaticci partecipa artisticamente all'occupazione del al teatro Valle Occupato ove realizza spettacoli di improvvisazione. Ideatore e fondatore della compagnia di improvvisazione teatrale "Testi Mobili". Negli anni ha frequentato i laboratori di scrittura creativa con Vincenzo Cerami, Federico Basso e M.L. Compatangelo. Ideatore della web serie di successo "Sithome" e creatore di diversi format di formazione e intrattenimento per privati e aziende

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...