Pubblicato in: Diario

I complimenti

Secondo uno studio americano, siamo più propensi a fare critiche che a donare complimenti.
Quando un servizio va bene, diamo per scontato il fatto che sia così. Quando un servizio non funziona scriviamo subito una nota negativa.
Se un ristorante è buono ce lo teniamo per noi, se non ci è piaciuto subito a scriverlo su tripadvisor.
Stamattina ho portato Selina all’asilo ed entrando nella stanza ho sentito un bambino piangere disperato.
Era in braccio alla maestra ma voleva fortemente la mamma.
Selina mi guarda e mi dice:
“Perché piange?”
“Amore non lo so. Forse gli manca la mamma. Senti perché non vai li e gli fai una carezza?”
Fa cenno di no con la testa e si nasconde dietro di me.
Mi inginocchio per guardarla negli occhi e le dico: “quando tu sei triste e piangi, se ti faccio una carezza tu stai meglio?”
“Si”
“E allora non vuoi far stare meglio il tuo amico?”
Lei mi guarda, si toglie il cappello e me lo da in mano.
Si avvicina al bambino e gli dice:
“Non riesci a fermare le lacrime che cadono, vero?”
Lui fa cenno di no con la testa.
“Non fa niente, un pochino si può piangere. Ma poi papà torna.”
Lei si avvicina e gli da uno schiaffo sul braccio, che io ho interpretato come un eccesso di carezza.
Poi corre verso di me, mi da un bacio e va a giocare con gli altri.
Ogni giorno diciamo tante parole, molte sono inutili, alcune fanno male, altre possono aiutare.
Fare un complimento non ci costa niente, dire una cosa bella non ci costa niente, dare una carezza (non troppo eccessiva) non ci costa niente.
Ma chi la riceve ha guadagnato un regalo infinito.
Anche senza babbo natale.

Annunci

Autore:

"Autore di format televisivi, scrittore di racconti e romanzi, sceneggiatore teatrale, creativo. Non è semplice riunire in una sola parola il mio lavoro. Diciamo solo che la mia vita è per la scrittura." Specializzato in Editoria e Giornalismo presso “La Sapienza” di Roma. Laureato in Arti e scienze dello spettacolo indirizzo Cinema presso la facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Improvvisatore professionista del circuito nazionale Improteatro, certificato SNIT. Autore di spettacoli teatrali e televisivi. Attore e responsabile della compagnia di improvvisazione "Appiccicaticci" con la quale collabora attivamente con Lillo e Greg nella trasmissione 610 su Radio 2. E’ cofondatore del trio Appiccicaticci con il quale ottiene alcuni tra i riconoscimenti più importanti della comicità italiana, tra cui il premio Charlot ed il Carlino d’oro e con cui entra a far parte del circuito dei maggiori festival buskers italiani. Da agosto 2011 con il gruppo degli Appiccicaticci partecipa artisticamente all'occupazione del al teatro Valle Occupato ove realizza spettacoli di improvvisazione. Ideatore e fondatore della compagnia di improvvisazione teatrale "Testi Mobili". Negli anni ha frequentato i laboratori di scrittura creativa con Vincenzo Cerami, Federico Basso e M.L. Compatangelo. Ideatore della web serie di successo "Sithome" e creatore di diversi format di formazione e intrattenimento per privati e aziende

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...