Pubblicato in: Diario

LE BORRACCE

Dall’asilo mi mandano un promemoria con le cose da portare per Selina.
Zainetto, cambi vari, borraccia…
Ok, andiamo a comprare il tutto.
Il primo zainetto, che emozione.
Lo sceglie lei, con le principesse davanti, se ne va in giro tutta contenta e tronfia del suo nuovo regalo, tanto che non riesco a toglierlo dalla sua schiena, ci vuole mangiare, fare pipì e dormire.
Compro una borraccia, la prima che trovo al negozio.
€ 4,50.
Con il disengo di Minnie sopra, rosa, carina, beccuccio che si apre facile.
Torniamo a casa e faccio vedere alla mia signora gli acquisti.
“Sei pazzo?”
“Che ho fatto?”
“Dove l’hai presa questa?”
Indicando la borraccia.
“Al negozio, perchè?”
“Guarda!”
E mi indica una scritta minuscula al lato della borraccia.
“Prodotta in Cina… le parti più piccole potrebbero essere ingerite… non lasciare in mano ai bambini… non mettere dentro liquidi caldi o freddi…”
“E va beh, ma che è un soprammobile?”
“Dobbiamo andare in farmacia!”
Usciamo, andiamo in farmacia e ne prendiamo una spaziale, apertura dall’alto, viola acceso, con la cannuccia a scomparsa, si pulisce praticamente da sola, in materiale ingifugo.
€ 11,50.
Torniamo a casa contenti e felici, sicuri di aver fatto il meglio per la principessa.
Selina la guarda, è felice.
Prova ad aprirla ma non ci riesce.
“Beh? Che succede?”
“E’ dura l’apertura”
“Ma è fatta apposta per i bambini”
Provo ad aprire ed effettivamente è dura.
“E ora?”
“Questa magari la teniamo per la macchina, ma dobbiamo assolutamente trovarne un’altra”
Altra farmacia.
Altra borraccia.
Questa volta con il tappo Easy Up, comodo per i bambini.
€ 10.99.
Metto la borraccia nello zainetto di Selina.
Finalmente mia figlia può bere e dissetarsi.
Mentre stiamo camminando, vedo una macchia formarsi sullo zainetto.
Lo prendo, lo apro e vedo che la borraccia perde acqua.
Controllo.
In pratica questa borraccia ha sopra un buchino che serve per far entrare e uscire l’aria, ma se la borraccia resta piegata da quel buchino esce anche l’acqua.
Non ci posso credere.
“Senti, vado io da Decathlon, ne prendo una buona”
Arrivo li, da solo, sicuro di fare una michiata.
Una voce dentro di me dice <scappa finchè sei in tempo, tanto tornerai a casa e sarà sbagliato quello che hai comprato. Nasconditi in Argentina, li non ti troveranno mai.>
Entro e chiedo: “Borracce ne avete?”
“Certo. Ogni settore ha una borraccia diversa”
Borraccia diversa… borraccia diversa….
Ci sono 16 settori diversi.
Non ho tutto questo tempo.
Ne vedo una, di plastica, mi sembra perfetta.
Il tappo si apre facile, non dovrebbe colare acqua.
La prendo.
€ 3,25.
Arrivo a casa.
“Ma che hai preso?”
Lo sapevo.
“Perchè, non va bene?”
“Certo che va bene, ma l’hai presa da 1 litro! Non entra neanche nello zainetto”
“Ok questa la uso io per la palestra”.
Rientro in macchina, torno da Decathlon.
Nuovo settore, questa volta vedo una borraccia che conosco.
Era una vecchia borraccia della mia signora, era esattamente quella che cercava.
Scocca in alluminio alleggerito, tappo salva goccia, 0,5l di capienza.
Cerco ma non c’è rosa.
Chi se ne frega, la prendo blu.
Questa volta non potrà dirmi nulla.
€ 4,50.
“Guarda”
“Ma è come la mia! Certo è blu”
“Si, ma chi se ne frega, dai!”
“Bravo, finalmente ci siamo.”
Riempio la borraccia, la do a Selina.
Non riesce ad aprirla.
“Dai amore, che succede?”
“Hanno cambiato il tappo. Ora non si tira su, si svita.”
Non ci posso credere.
Non riesco a comprare una borraccia.
Sto per rinunciare quando vediamo l’ultima farmacia.
“Dai, un tentativo e basta”
Aspetto con ansia in macchina.
Il tempo scorre lento.
La vedo uscire.
In mano un sacchetto.
Tira fuori una borraccia, sembra come le altre.
€ 11,50.
Ma questa volta il tappo si chiude bene, non ci sono buchi che fanno colare l’acqua, è facile da aprire, non ci sono parti piccole da ingerire.
La diamo a Selina.
La apre tranquilla.
Beve tranquilla.
La chiude tranquilla.
Ci abbracciamo con la mia signora.
Iniziamo a piangere.
Faccio i conti.
4,50 + 11,50 + 10,99 + 3,25 + 4,50 + 11,50 = 46,24€ di borracce.
Continuo a piangere.
Selina poggia la sua borraccia nuova, mi guarda e dice: “Papà voglio bere dal bicchiere”.

Annunci

Autore:

"Autore di format televisivi, scrittore di racconti e romanzi, sceneggiatore teatrale, creativo. Non è semplice riunire in una sola parola il mio lavoro. Diciamo solo che la mia vita è per la scrittura." Specializzato in Editoria e Giornalismo presso “La Sapienza” di Roma. Laureato in Arti e scienze dello spettacolo indirizzo Cinema presso la facoltà di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Improvvisatore professionista del circuito nazionale Improteatro, certificato SNIT. Autore di spettacoli teatrali e televisivi. Attore e responsabile della compagnia di improvvisazione "Appiccicaticci" con la quale collabora attivamente con Lillo e Greg nella trasmissione 610 su Radio 2. E’ cofondatore del trio Appiccicaticci con il quale ottiene alcuni tra i riconoscimenti più importanti della comicità italiana, tra cui il premio Charlot ed il Carlino d’oro e con cui entra a far parte del circuito dei maggiori festival buskers italiani. Da agosto 2011 con il gruppo degli Appiccicaticci partecipa artisticamente all'occupazione del al teatro Valle Occupato ove realizza spettacoli di improvvisazione. Ideatore e fondatore della compagnia di improvvisazione teatrale "Testi Mobili". Negli anni ha frequentato i laboratori di scrittura creativa con Vincenzo Cerami, Federico Basso e M.L. Compatangelo. Ideatore della web serie di successo "Sithome" e creatore di diversi format di formazione e intrattenimento per privati e aziende

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...